Fondamenti di etnonazionalismo

di Federico Prati

INTRODUZIONE

Stiamo tutti assistendo all’empio attacco da parte delle sataniche entità disgregatrici della Sovversione contro l’essenza etno-razziale ed animico-spirituale dell’Europa stessa.

 Stiamo tutti vivendo in questi “Tempi dell’Anticristo”, in cui le Oscure Potenze si sono destate e si sono poste al comando di un “piccolo popolo”, predestinato dalle ed alle Tenebre.

 Questo tenebroso esercito d’usurai e di stregoni da millenni manovra con odio infernale nelle fosche officine al fine di distruggere la “sostanza sacrale più profonda e pura” che, da sempre, costituisce, per noi Europei, l’Idea stessa di Divino, di Sacro, d’Onore e di Tradizione.

 Questo “nucleo valoriale”, è costituito dall’unità sinergica delle “sacre e numinose forze” insite da sempre nella sostanza razziale, spirituale, religiosa, tradizionale dei Popoli Europei.

 Dobbiamo capire tutto questo.

 Dobbiamo comprendere che è e sarà l’Ideale insito nell’Etnonazionalismo Völkisch, inteso nella sua più profonda accezione metafisica e metapolitica, ossia quale forza colma e feconda promanatrice di queste energie spirituali e forze valoriali, l’unica soluzione possibile. È necessario, pertanto, farsi un’esatta comprensione di ciò che costituisce l’insieme dell’Idealità Völkisch, in quanto costituirà in profondità l’unica alternativa metafisica e spirituale a questo conflitto.

 Sarà una Crociata contro le Forze Occulte che si combatte e si combatterà su tutti i fronti e su molteplici livelli dell’essere: quello dello Spirito, quello dell’Anima e quello Corporeo. Sarà una battaglia “contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male”.

La lotta sarà dura. Sarà totale e senza compromessi. Ma alla fine le Forze del Male saranno distrutte e precipiteranno per non alzarsi mai più.

 Un’ultima immane battaglia ci attende, dunque. Essa sarà la più difficile, eppure la più feconda, la più bella, la più santa. Essa sarà la battaglia per il Volk e per l’Anima razziale in nome del nostro credo in Dio e nella Sua Europa Perenne.

SCRITTI ETNONAZIONALISTI. PER UN’EUROPA DELLE PICCOLE PATRIE

scritti etnonazionalisti

Federico Prati – Silvano Lorenzoni

Effepi Edizioni, pagg.50, Euro 6,50

IL LIBRO – In questo saggio è analizzato compiutamente il pensiero etnonazionalista völkisch e com’esso rappresenti davvero l’unica soluzione ai mali che da tempo affliggono l’Europa ovvero l’immigrazione allogena, il mondialismo massonico, la globalizzazione omologante, il materialismo comunista, il liberismo capitalista. Dal testo si evince chiaramente che solo l’etnonazionalismo völkisch sarà in grado di ridare e ripristinare quella grandezza che da sempre ha caratterizzato l’Europa, grandezza che la Terra degli Arii pare abbia tuttavia smarrito a causa di questi ultimi 50 anni di sudditanza all’arroganza degli invasori angloamericani.

DAL TESTO – “L’etnonazionalismo, e gli etnonazionalisti, si rifanno al federalismo etnico, forma modernizzata del nazionalismo etnico e dell’ideologia völkisch. Tale ideologia assegna la priorità alla tutela del Volk, inteso come comunità di Sangue e Suolo. L’etnicità costituisce per noi etnonazionalisti völkisch il criterio fondante della nazione, che prende corpo attraverso la forza del Sangue. Il singolo individuo è subordinato al volere della Volksgemeinschaft, della comunità etnica. Nella nostra visione etnonazionalista la mappa geopolitica dell’Europa deve essere ridisegnata, attraverso la nascita di una Federazione europea etnica, costituita da Regioni-Stato, etnicamente omogenee. Ecco perché nel nostro “edificio etnocentrico” non vi è posto per lo Stato nazionale etnicamente eterogeneo. Il pensiero etnonazionalista si rifà ad una concezione oggettiva della nazione, che corrisponde al Volk della tradizione di Herder, Fichte e M.H. Boehm. Bisogna sostituire gli Stati nazionali etnicamente pluralisti, e quindi ingiusti, con un insieme d’unità etnicamente omogenee. Lo Stato nazionale di matrice massonica e giacobina è il nemico in quanto si è storicamente sviluppato come realtà istituzionale etnicamente eterogenea, che non fonda i diritti di cittadinanza sull’appartenenza etnica. ”.

GLI AUTORI – Federico Prati e Silvano Lorenzoni.

INDICE DELL’OPERA – L’Etnonazionalismo Völkisch – Il Contadinato quale fonte di vita delle comunità etnonazionali europee – Etnonazionalismi e Imperi; Stati nazionali e “Moltitudini” – Il costo sociale e finanziario dell’immigrazione extracomunitaria – Etnonazionalismo Völkisch e questione allogena– Immigrazione: il problema del XXI secolo – Il Pensiero Etnonazionalista – A difesa della famiglia tradizionale – Il Mondialismo – Contro il Mondialismo massonico – La Massoneria: ecco il nemico dei Popoli Europei! – Per una Europa Etno-Federale – Patrioti, non razzisti; Europeisti, non mondialisti.

ETNONAZIONALISMO ULTIMA TRINCEA D’EUROPA

etnonazionalismo ultima trincea d'europa

Federico Prati – Harm Wulf – Silvano Lorenzoni

Effepi Edizioni, pagg. 134, Euro 15,00

IL LIBRO – Diretto “continuatore” di “Scritti etnonazionalisti – Per una Europa delle Piccole Patrie”, questo testo si propone il non facile compito di illustrare e far conoscere il pensiero etnonazionalista. In esso gli autori cercano di evidenziare quali siano le risposte che il pensiero etnonazionalista völkisch fornisce in materia di federalismo, immigrazione allogena, mondialismo multirazziale, globalizzazione, famiglia tradizionale. Nel testo si spiega compiutamente quale sia la vera nozione di Volk e quali siano le reali radici del pensiero völkisch. Questo testo rappresenta un piccolo, ma significativo, contributo alla battaglia meta-politica condotta da tutti quei Patrioti europei che, lottando per la libertà delle proprie Nazioni etniche, vogliono contrapporsi all’oppressivo Sistema mondialista.

DAL TESTO – “L’integrazione, e quella di massa in particolare, è una pianta che solo apparentemente cresce e fruttifica in modo sano e rigoglioso. In realtà produce frutti nel migliore dei casi acerbi, quando non avvelenati, e questo perché le sue radici non affondano nel suolo della patria, ma poggiano bensì su un arido strato di necessità e utilitarismo; la linfa che scorre nel suo tronco e nei suoi rami è una linfa estranea, non è la nostra e non lo sarà mai. Solo un intelligente ritorno alle tradizioni e alla pienezza di un comune sentire che sgorghi dal cuore e non sia mediato dal cervello o suggerito da convenienze di bottega, potranno allontanare da noi il pericolo di scomparire come civiltà, come popolo, come persone”.

GLI AUTORI – Federico Prati, Harm Wulf e Silvano Lorenzoni.

INDICE DELL’OPERA – Nota editoriale – Neuordnung Europas aus Blut und Rasse – Europa risorgi! – Ipotetico dialogo sulla “questione degli allogeni” fra un Etnonazionalista Völkisch ed un fautore dell’immigrazione – La nozione di “Volk” – Alle radici del pensiero völkisch: il “Turnvater” di Friedrich Ludwig Jahn – L’avventura degli Artamanen – Nel segno del Wolfsangel – Le armi Della Sovversione massonica – C’è immigrazione e immigrazione – Denatalità e immigrazione allogena – America, protestantesimo e islam – La situazione sanitaria internazionale quale realmente è – L’implosione biologica del sud del mondo – L’americano, “bantù” del futuro – Manifesto Etnonazionalista – Appendice.

I FONDAMENTI DELL’ETNONAZIONALISMO VÖLKISCH

I fondamenti dell'etnonazionalismo Volkish

Federico Prati – Silvano Lorenzoni – Flavio Grisolia Effepi Edizioni, pagg. 154, Euro 16,00

IL LIBRO – Il libro fornisce gli elementi essenziali per poter comprendere quali sono i fondamenti dell’etnonazionalismo völkisch. Secondo gli autori è necessario, vitale, “ridestare” quell’ancestrale “Volksgeist” da troppo tempo “narcotizzato” dai nemici dei Popoli d’Europa: massoneria, liberismo, marxismo, mondialismo, è necessario “restituire” ai Popoli d’Europa quell’essenza smarrita e così preziosa che è la facoltà e la volontà d’essere se stessi. L’auspicio degli autori, dunque, è che i Popoli europei riacquistino quell’aspetto spirituale, quei profondi legami decretati dalle più remote forze naturali che costantemente identificano un uomo, prima che come singolo soggetto, come discendente di un Popolo e della propria Comunità etnica. Solo dopo aver “riconfermato” la priorità di tali valori, che nelle più ataviche energie dell’Ethnos hanno la loro origine, si potranno rinvenire le possenti forze che giacciono nel più profondo dell’anima dei Popoli Europei e che vanno nel senso della volontà di ritornare finalmente padroni della propria Terra.

DAL TESTO – “Riteniamo di fondamentale importanza, in un’epoca etnicamente e culturalmente decadente, un’epoca che disprezza ogni distinzione qualitativa, fornire gli elementi essenziali per poter comprendere appieno concetti così rilevanti per l’Europa quali sono, a nostro avviso, i fondamenti dell’etnonazionalismo völkisch. Gli Stati-Nazione, di chiara matrice giacobina, stanno segnando il passo. Ad essi pare si voglia sostituire un’Unione Europea, voluta unicamente da tecnocrati e dalla finanza apolide e nettamente rifiutata dalle Comunità etniche, che in essa vedono, realisticamente, il pericolo della perdita d’ogni propria Identità. A difesa e salvaguardia dei Popoli d’Europa dal mondialismo multirazziale e dalla globalizzazione omologante si pone unicamente l’etnonazionalismo völkisch. ”.

GLI AUTORI – Federico Prati, Silvano Lorenzoni e Flavio Grisolia.

INDICE DELL’OPERA – Premessa – L’Identità dell’Europa – Le Idee – Riflessioni sulla Weltanschaaung dell’Etnonazionalismo Völkisch – Le Proposte.

ORIZZONTI DEL NAZIONALISMO ETNICO

Orizzonti del nazionalismo etnico

F.Prati, S.Lorenzoni, F.Grisolia, H.Wulf

Effepi Edizioni, pagg. 144 Euro 16,00

IL LIBRO – Nel testo, vera guida dogmatica al Pensiero Etnonazionalista ed all’Idea Völkisch, si affermano quali debbano essere le “linee guida” che ogni “Soldato politico” etnonazionalista, per essere definito e considerato tale, debba seguire. Il Pensiero Etnonazionalista Völkisch assurge al ruolo di nuovo paradigma etno-identitario di cui la Volksgemeinschaft, la Comunità di Sangue, ne diviene il cardine. Il Popolo rappresenta la Comunità di Sangue: il concetto di Razza e d’ereditarietà, le nozioni derivate dalle ancestrali tradizioni degli Avi. Una comunità di popolo che vuole proteggere e favorire i valori radicati nell’individuo che accetterà ed accoglierà l’atavica eredità atropo-razziale, etno-culturale e storico-politica per riacquistarne ed attualizzarne i Valori fondanti l’identità etnonazionale. Questo paradigma consiste dunque in una riscoperta e riproposizione del concetto di Sangue e Suolo, Razza e Patria, Etnia e Stato.

DAL TESTO – “ Il non facile compito che gli autori del libro si sono proposti è quello di “illustrare” e “spiegare”, nella maniera più completa ed organica possibile, la Weltanschauung che sta alla base del pensiero Etnonazionalista Völkisch. Illustrare, pertanto, quale sia, la particolarità metapolitica dell’Etnonazionalismo Völkisch, che gli conferisce una costante attualità, in quanto Idea-Forza in grado di fornire sempre serie e concrete soluzioni politico-culturali capaci di ovviare ai mali che da troppo tempo affliggono l’Europa tutta. Difendere ad ogni costo le Identità etnico-razziali e le ancestrali Tradizioni delle Piccole Patrie europee dalla Sovversione politico-culturale e spirituale che le minaccia. Riaffermare con forza la volontà di ritornare pienamente padroni sulle nostre terre. Rendere edotti e consapevoli i Giovani d’Europa di appartenere a comunità etnico-nazionali antichissime aventi nei Popoli Indoeuropei i nobili padri fondatori. Vigilare, custodire, ricordare le ataviche Tradizioni di quell’Europa Aria che diede vita alle nostre Nazioni di Sangue e Suolo. Salvaguardare l’immenso ed unico patrimonio razziale, etnico, culturale, storico, linguistico ed ambientale delle nostre millenarie Heimat.”

GLI AUTORI – Federico Prati, Silvano Lorenzoni, Flavio Grisolia e Harm Wulf.

INDICE DELL’OPERA – Premessa – Pensiero Etnonazionalista e Idea Völkisch – Immigrazione allogena, massoneria e mondialismo capitalista – Bibliografia essenziale.

dalla Spada di Damocle – Maggio 2016

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...