La pecora vestita da lupo spaventa le altre pecore ma non il lupo

Penna Nera

Vi siete mai chiesti cosa succederebbe se una pecora si travestisse da lupo e andasse in mezzo alle altre pecore? Penna Nera, nel suo infinito vagabondare tra i suoi inutili pensieri, se l’è chiesto, più che altro perché pensa che la nostra classe dirigente sia un po’ come quella pecora: si traveste da lupo per ingannare le persone, ma appena incrocia i lupi, quelli veri, la storia cambia e lo fa molto in fretta.

La vicenda Alitalia è solo l’ultimo esempio di quelle pecore: manager pagati a peso d’oro per risollevare le sorti della compagnia aerea, ma che non riuscendoci, pensano bene di chiedere ai lavoratori di accettare un piano industriale intollerabile per i lavoratori stessi, solo per poter giustificare il loro fallimento, dando la colpa ai lavoratori.

Il referendum tra i lavoratori Alitalia è solo l’ultimo atto dell’eterno barcamenarsi tra grandiosi fallimenti e fallimenti epici; una dimostrazione in più, se ce ne fosse stato bisogno, del fatto che come al solito c’è una pecora che si traveste da lupo, solo per ingannare le altre pecore.

Altre aziende che sembravano sull’orlo del baratro si sono salvate, ma a quale costo? Sono fuggite dall’Italia, come la FIAT, che solo di nome è ancora un’azienda italiana e che ora, a tutti gli effetti, è una società americana.

La fuga della FIAT dall’Italia è essa stessa un’ulteriore dimostrazione della teoria delle pecore, ma questa volta le pecore in questione erano la nostra classe politica, incapace di tenere l’azienda qui; la parte del lupo l’hanno fatta gli speculatori che hanno avuto la forza di farla in barba alle pecore della politica, prive della spina dorsale necessaria per difendere l’interesse nazionale.

Ed ecco che i finti lupi della politica hanno rivelato una volta di più la loro indole di pecora, lasciando che i vertici di Alitalia ponessero in essere questo ridicolo teatrino del referendum, un capestro sulle teste dei lavoratori italiani per poterli usare come capro espiatorio della propria inadeguatezza, a fare il lavoro che sono stati chiamati e profumatamente pagati per fare.

Del resto questo governo, teoricamente di sinistra, ha dimostrato in più di un’occasione come sia risoluto e fermo quando si tratta di calpestare i diritti degli italiani, arrogante nel voler anche modificare la Costituzione per poterlo fare più comodamente, non pago di aver già stravolto e per certi versi distrutto il mondo del lavoro, con buona pace di chi pensava che la sinistra fosse la panacea di tutti i mali del mondo.

Mentre noi guardiamo a un palmo dal nostro stesso naso, non riusciamo a vedere quelle pecore travestite e le pensiamo lupi, mentre ci indicano chi dobbiamo odiare, cosa dobbiamo pensare o come dobbiamo vivere, ma non sono in grado di fare il bene del nostro popolo, forse perché non è utile ai loro fini.

Forse, se per ogni nuovo posto di lavoro qualcuno mettesse 35€ al giorno come facciamo con gli immigrati, nascerebbero cooperative e sedicenti ONLUS pronte ad andare a prendere a casa i disoccupati, per farli assumere dalle aziende, ma per ora non ci sono vantaggi per parenti, amici e sostenitori dei nostri politici al governo e quindi l’emergenza è solo per gli sbarchi.

Le pecore, anche se travestite da lupo, rimangono pecore, ma fin quando le altre pecore non sapranno guardare oltre quel costume, come fanno i lupi, non riusciremo mai a diventare una vera Nazione e rimarremo sempre in quel limbo, tra la gloria della nostra storia passata e l’incertezza di un futuro sempre meno certo, stritolati da una classe dirigente che pensa solo a se stessa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...